Tuesday, November 17, 2009

SITO WEB DELL'UE PER I BAMBINI


La Commissione Europea ha attivato un sito web in tutte le lingue sui diritti dei bambini dedicato a loro. 'Il sito della Commissione europea fa seguito all'attivazione del numero unico per segnalare la scomparsa dei minori (11 60 00) e ai progetti contro la pedo-pornografia on line. Si tratta di una buona notizia!

Il link per accedere all’area rivolta ai bambini presente sul portale dell’Unione Europea é: http://europa.eu/quick-links/eu-kids/index_it.htm .

Si tratta di un’area (in 23 lingue) dedicata a giochi, quiz, opuscoli gratuiti sull’UE; vi sono giochi interattivi, per esplorare l’Europa per argomento e mettere alla prova le proprie conoscenze e quindi informazioni, giochi e quiz sull’euro e ancora giochi (una bella e gustosa caccia al tesoro dei sapori) per promuovere un’alimentazione sana tra i bambini. Altre informazioni, giochi e concorsi riguardano il tema dell’energia e dell’ambiente. Vi sono anche dei bei test di conoscenza delle lingue dell’Unione europea.

Da tempo pare che il benessere dei nostri bambini, il loro futuro sembra sempre più compromesso. La percezione disincantata sulle loro difficoltà, fors’anche una certa indifferenza che caratterizza la loro piccola vita giunge, non c’è dubbio, essenzialmente dai media. Si tratta di uno scenario, quello propostoci sulla situazione dell’infanzia non certo roseo, né favorevole, parrebbe. E ogni commento riecheggia e costruisce una percezione diffusa.

Ma a me pare che sia anche del tutto evidente, comunque, che sebbene la situazione dei ragazzi non sia meravigliosa oggidì, ci siano larghi spazi di positività a cominciare dalle espressioni più genuine dei giovani. I ragazzi sono spesso protagonisti di buone notizie,ma ai “grandi” sembrano interessare poco.

Le istituzioni spesso operano bene. Il caso del sito web dell’Ue va in tal senso come pure lo stanziamento nella finanziaria statale 2010 per un Osservatorio per i giovani in capo al Ministero della Gioventù per 3 milioni di Euro. E' un’altra bella notizia! Ma chi la diffonde? Meglio essere sempre e solo pessimisti o seguire altro (trash, gossip, …)?

Daniele Damele

No comments: