Tuesday, June 17, 2008

A CAMPEGLIO DI FAEDIS il no alla tv diseducativa nel quarto incontro dell'associazione Sicilia FVG


“Il direttore di Italia1, Luca Tiraboschi, e l’ideatore di Lucignolo, Claudio Brachino, ritengono che la tv non debba essere pedagogista, né educativa ritenendo che quest’ultima spetti a famiglie e scuole. Purtroppo non è così. Tv, ma anche internet, videogiochi e perfino videofonini propongono nei loro contenuti dei veri e propri modelli comportamentali. Piaccia o no, anche la tv, anche Lucignolo è un’agenzia educativa. Il male è che troppo spesso è diseducativa. Certo famiglie e scuole, università e luoghi di ritrovo classici (ad esempio gli oratori) hanno responsabilità primarie, ma i mezzi di comunicazioni di massa non sono da meno, anzi”: è quanto dichiarato da Daniele Damele nel corso della quarta manifestazione dell'ASSOCIAZIONE CULTURALE SICILIA -FRIULI V.G svoltasi a Campeggio di Faedis presenti l’assessore provinciale alle politiche sociali, Adriano Piuzzi, i responsabili del sodalizio, Maurizio Calderai e Vincenzo Orioles, ma anche Mario Strazzolini, Claudio Sandruvi, Mario D’Angelo e oltre 50 persone. Damele ha così illustrato le sue esperienze nel settore dei media soffermandosi, in particolare, sul suo ultimo libro “Genitori, figli, media e non solo. Per un uso consapevole degli strumenti di comunicazione”.

No comments: