Sunday, March 09, 2008

POKER on line legale: un'assurdità


Il poker on line è divenuto legale. Si tratta di un affare di oltre 400 milioni di euro l'anno. Cifre da capogiro come si suol dire. La promessa è che il servizio (assurdo chiamarlo tale!) è inibito ai minorenni, ma così non è se è vero, com'è, che il 5% circa degli accedenti al poker in internet non ha 18 anni riuscendo a bypassare i filtri.
Si tratta di un'altra vergogna di internet, ma qualcuno protesterà? E le istituzioni preposte ai controlli riusciranno fermare quel 5% di minori? Oppure tutto passerà all'insegna del profitto creando altri dipendenti del gioco d'azzardo che abbiano più o meno di 18 anni?

Daniele Damele

No comments: