Tuesday, October 16, 2007

CONOSCIAMOCI su Telefriuli e allo Show Rondò del Città Fiera di Udine


È ripartita la fortunata trasmissione di Telefriuli. Accanto a Daniele Damele c’è la giovane Annalisa Anastasi
Ora "Conosciamoci" si declina al femminile

(fa) -"Conosciamoci" si mette in piazza. La fortunata trasmissione di Telefriuli, che ha da poco avviato la sua nuova stagione, viene registrata ogni venerdì pomeriggio allo Show Rondò del centro commerciale Città Fiera. A partire dalle 14.30, tutti possono perciò venire a curiosare e imparare qualcosa sulla complessa "macchina" televisiva.
Ma le novità dell'edizione 2007-2008 non finiscono certo qui. Tanto per cominciare, la trasmissione quest'anno ha tempi più distesi: dura un'ora e mezza e non più soltanto un'ora. E accanto all'ideatore e conduttore storico di "Conosciamoci", il giornalista Daniele Damele , c'è un volto femminile, Annalisa Anastasi, 22 anni, studentessa del corso di Relazioni pubbliche all'Università di Udine. «Annalisa - spiega lo stesso Damele - è alla sua prima seria esperienza televisiva, ma ha molti numeri e può puntare a un futuro importante. Ne sono orgoglioso perché mi piace lavorare con i giovani per poi, un domani, lasciare loro il testimone».
La Anastasi non è la classica presenza coreografica, la bella ragazza da collocare a fianco del conduttore. Damele assicura infatti che è lei a organizzare la trasmissione, curando il rapporto con gli ospiti e gli aspetti tecnici: «Io mi presento allo Show Rondò e trovo gran parte del lavoro già svolto». Se dunque quattro anni fa "Conosciamoci" nacque da un'idea di Damele («subito accolta dal direttore di Telefriuli Alberto Terasso»), oggi la trasmissione cammina su più gambe.
Non è cambiato però lo spirito del programma che rappresenta un vero e proprio controcanto rispetto alla Tv urlata. Modello che Damele boccia senza appello: «Le Tv nazionali, Rai e Mediaset in primis, propongono troppe oscenità, e non mi riferisco alle scene sexy ma alla violenza, alle immagini cruente, alle volgarità. A "Conosciamoci" vogliamo fare l'opposto: sono soprattutto le associazioni di volontariato a chiederci di partecipare, in questi anni abbiamo mandato in video più di 150 protagonisti di queste realtà solidali». Le storie di vita che vanno in onda su Telefriuli non provocano dunque grida o "vaffa", eppure registrano audience medio-alte, nonostante il giorno di trasmissione (mercoledì alle 21, con replica il venerdì alle 22) spesso coincida con partite di calcio internazionale. «L'unico che ogni tanto si arrabbia sono io - conclude Damele - Ad esempio con Bush che ha messo il veto sulla legge per l'assistenza ai bambini poveri...».

No comments: