Sunday, September 02, 2007

TUFFI a testa: attenzione al rischio tetraplegia


Lo scorso 4 agosto dal mio blog http://danieledamele.blogspot.com/ ponevo in guardia in questa estate 2007 sul rischio tetraplegia derivante dai tuffi di testa in mare. Questa pratica si caratterizza, infatti, per essere la seconda causa di tetraplegia da infortunio dopo gli incidenti stradali. Oggi leggo di un tredicenne fiorentino che rischia di restare paralizzato dopo un tuffo in acqua sulla spiaggia di Cavoli, vicino a Marina di Campo, all'isola d'Elba. Il ragazzino era arrivato lì per trascorrere un periodo di vacanza insieme alla famiglia e dopo essersi tuffato in mare ha sbattuto sul fondale accusando subito forti dolori. Nell'impatto ha riportato la sospetta frattura di tre vertebre cervicali ed è stato immediatamente trasferito in elicottero al reparto di neurochirurgia dell'ospedale di Livorno.


Daniele Damele

2 comments:

erika said...

sono consigli preziosi!

erika said...

sono consigli preziosi!