Saturday, August 18, 2007

SICUREZZA ok sui giocattoli, altrimenti si bandisca l'importazione dei giocattoli dalla Cina


Se la sicurezza dei bambini continuerà a non essere garantita, si deve arrivare al bando dell'importazione di tutti i giocattoli dalla Cina": è quanto dichiarato da Daniele Damele dopo il caso del ritiro dei giochi tossici della Mattel nel corso di un incontro con alcuni giovani volontari riunitisi per Ferragosto in un momento di riflessione comunitaria a Tolmezzo.
"L'Ue ha inviato una notifica agli Stati membri - ha detto Damele - per avere un'idea di quanti giocattoli a rischio ci siano sul mercato europeo". Intanto il ministro del commercio cinese ha fatto sapere che il suo dipartimento aumenterà le misure per rendere più sicura la qualità dei giocattoli prodotti in Cina, misure che includeranno anche la supervisione sull'industria dei giocattoli e una maggiore collaborazione con le autorità locali, per addestrare i produttori a migliorare la qualità dei prodotti. Il ministero cinese, però, si difende: "alcuni giochi difettosi sarebbero stati esportati a causa dei controlli scarsi e superficiali da parte delle società americane".
Damele ha detto che "a noi il gioco dello scaricabarile non interessa affatto, ciò che vogliamo è la sicurezza per i nostri bambini ala quale devono pensare per prime proprio le superpotenze mondiali americana e cinese anche al costo di un minor profitto".
L'incontro si è chiuso con Damele che ha ricordato un passo di una canzone di De Andrè: "hanno il cuore a forma di salvadanai", richiamando i giovani ai valori.

No comments: