Friday, March 16, 2007

GATES limita internet a sua figlia di 10 anni a 45 minuti al giorno


"Il papà di Microsoft, Bill Gates, ha limitato l’accesso a internet alla figlia, Jennifer Katherine, 10 anni, a 45 minuti al giorno. Il provvedimento non suonerebbe eclatante se a prenderlo fosse stato qualunque altro genitore, ma evidentemente il fatto stesso che Gates, il re dell’informatica, si sia reso conto dei rischi che può dare una sovraesposizione al web e abbia posto dei paletti nel suo contesto familiare, deve suonare come campanello d’allarme per quei genitori che tanto attenti e coscienti dei pericoli della Rete non sono": è quanto dichiarato da Daniele Damele, docente di etica e comunicazione, a margine di un incontro sul ruolo del volontariato e la comunicazione svoltosi a Trieste.
"Plaudo - ha detto Damele - alla consapevolezza di un padre, prima ancora che personaggio pubblico come Bill Gates, che ora potrebbe divenire perfetto come testimonial per la navigazione sicura in rete. Nessuno meglio di lui – ha continua Damele - può capire l’importanza di porre dei limiti di accesso al web in nome della sicurezza dei nostri figli. La sua sensibilità verso un problema che riguarda l’universo globale - ha detto sempre il docente - dovrebbe essere di esempio ai genitori, soprattutto italiani che, troppo spesso, lasciano i figli soli nella navigazione, con il rischio che incappino in spiacevoli con pedofili o contenuti non adatti alla loro età”.

No comments: