Sunday, January 15, 2012

Daniele Damele ha festeggiato i suoi 50 anni a Villa Vicentina (UD)



VILLA VICENTINA - Daniele Damele ha festeggiato i suoi 50 anni a Villa Vicentina per iniziativa di alcuni amici. Accanto a Damele, tra gli altri, si sono stretti gli assessori provinciali udinesi, Mario Virgili, Enio Decorte e Franco Mattiussi, il sindaco di Palmanova, Francesco Martines, il presidente del Consiglio provinciale di Udine, Marco Quai, il vice-segretario generale della Provincia, Valter Colussa, il presidente dell’ATER di Gorizia, Pietro Zandegiacomo Riziò, la preside e la vice-preside dell’Istituto Stringher di Udine, Anna Maria Zilli e Isabella Costantini, il delegato provinciale isontino del Comitato Fair Play, Lucio Vittor, Mauro Amoruso del Comitato Friul Tomorrow 2018, ma anche vari altri amici e parenti provenienti da Trieste, Udine, Gorizia, Pordenone, Tarvisio, Monfalcone, Gradisca d’Isonzo e altre località del Friuli Venezia Giulia.
Significativa la richiesta di Damele nei riguardi di chi ha promosso la festa: “non fatemi regali, ma destinate una cifra all’Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule (Aido) oppure alla Missione Friuli Amazzonia e ve ne sarò molto grato”. Nel commentare il traguardo dei 50 anni Damele ha ricordato che “in bilancio ci sono tre figli, una laurea, un dottorato di ricerca, una dirigenza pubblica, sette libri, la passione per la comunicazione, specie in relazione alla tutela dei minori, luci, ma anche ombre, come accade a tutti. Devo tutto ai miei genitori – ha continuato Damele – e il primo pensiero ovviamente va a mio padre che non c’è più. Come me, il 15 gennaio, sono nati Martin Luther King, Enrico Mentana, Giorgia Meloni, Margherita Buy, l’augurio che rivolgo a me e a tutti è di avere sempre un sogno come indicava Luther King, il mio sogno è di avere sempre più luci nella vita di ogni giorno per tutti”.
Numerosi i messaggi augurali giunti a Damele da rappresentanti delle istituzioni, di associazioni (Aido, Euretica, Unione consumatori, Fair Play, ….), scuole, università, di vari organi di comunicazione e amici.