Sunday, February 21, 2010

Fair Play e Aido nazionali uniti per la donazione all'insegna dell'etica


“La donazione di un organo è il gesto più nobile di fair play che una persona può fare”: con queste parole il presidente del Comitato nazionale italiano Fair Play (CNIFP), Ruggero Alcanterini, ha consegnato nella sede dell’Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule (AIDO), a Roma, il premio fair play 2009 al presidente dell’organizzazione nazionale di volontariato Vincenzo Passarelli.
Nella motivazione del premio si riporta, tra l’altro, il riconoscimento all’Aido “di aver contribuito a diffondere e promuovere la cultura dell’etica e del dono nella società civile italiana”.
L’occasione della consegna del premio è stata utile anche per presentare un accordo di collaborazione tra le due realtà che operano sull’intero territorio nazionale attraverso i comitati regionali, provinciali e locali.
Alla cerimonia di consegna è intervenuto anche il presidente del Comitato regionale del Fair play del Friuli Venezia Giulia, Alessandro Grassi, medico di famiglia e dello sport, che ha sottolineato come “l’accordo tra CNIFP e AIDO punta molto proprio sulle figure professionali che io rappresento”. I vertici del CNIFP parlando dinanzi al consiglio nazionale dell’AIDO, che si è riunito a Roma e che ha assistito alla cerimonia, hanno anche fatto riferimento al lancio dell’iniziativa “Medici Fair play” che si concretizzerà nei prossimi mesi, “medici che favoriranno anche il consenso alla donazione di organi, tessuti e cellule”.
Ad aver curato la preparazione dell’evento e aver proposto l’accordo tra i due soggetti è stato Daniele Damele che è responsabile della commissione “Giovani e comunicazione” del CNIFP e consigliere nazionale AIDO per il Friuli Venezia Giulia.
L’accordo tra CNIFP e AIDO mira a sollecitare la coscienza del mondo dello sport sulla necessità della donazione, dopo la morte, per i trapianti.
Il CNIFP si impegnerà a richiamare l’attenzione degli sportivi sulle problematiche legate al trapianto di organi e a favorire l’adesione della donazione tra gli atleti che per il loro comportamento esemplare possano rappresentare un modello positivo per gli altri, ma anche a collaborare alla promozione e al sostegno di progetti informativi e culturali per lo sviluppo della cultura del “dono” come valore aggiunto nella attività sportiva.
Presenti alla cerimonia per il CNIFP anche il Segretario Generale Giorgio de Tommaso, il Consigliere Massimo Bissattini, i soci Francesca R. de Tommaso e Rita Nesci, insegnante di ballo sportivo.

No comments: