Thursday, October 16, 2008

EURETICA - MALIGNANI: un sms etico per contrastare l'indifferenza


Redarre un sms etico che contrasti l’indifferenza. E’ l’ultima proposta dell’associazione Euretica lanciata a 250 studenti delle classi seconde dell’Iti Malignani di Udine. Gli sms arriveranno entro metà novembre mentre a dicembre si terrà un incontro di detti ragazzi con don Davide Larice nel corso del quale saranno consegnati cinque omaggi agli studenti che avranno scritto i 5 sms più brillanti scelti da docenti del Malignani stesso e da alcuni studiosi di Euretica.
Hanno presentato l’iniziativa il preside dell’Istituto, Arturo Campanella, assieme alla professoressa Anna Maria Fehl e a Fulvio Cuizza, Daniele Damele e Giovanni Pullini di Euretica che hanno curato la predisposizione della proposta formativa assieme a Alessandro Grassi e Antonio Maria Bardelli.
Le classi coinvolte sono 10 seconde. Tutto parte dalla ricerca svolta lo scorso anno scolastico da Euretica con oltre 400 studenti del Malignani dalla quale era emerso come tra i vari problemi, quello più sentito veniva identificato nell’indifferenza che caratterizza i rapporti all’interno della scuola, compresi quelli tra studenti.
“Su questa base, considerando quanto l’indifferenza possa svalutare la vita di relazione, - ha detto Damele - nasce questa iniziativa di stimolo alla creatività, per trovare modi efficaci che sottolineino il fenomeno e siano in grado di offrire idee utili per evitarlo e sconfiggerlo”.
Questo sms “etico” dovrebbe avere la capacità di creare stimoli per superare indifferenza e diffidenza, all’insegna di un maggiore scambio e coinvolgimento. Ora non resta che attendere di leggere gli sms (fino a 160 caratteri) con frasi ad effetto in grado di diventare messaggi o slogan.
I 5 sms più brillanti ed efficaci dovranno essere in grado di stimolare nelle relazioni una serie di comportamenti più coinvolgenti, più partecipativi, più generosi, meno chiusi in se stessi.
“I ragazzi dovranno cercare la massima efficacia del messaggio ha concluso Damele - rendendolo espressivo e creativo facendo riferimento ad immagini e vissuti reali, che diano un impatto forte nel considerarne il contenuto”.

No comments: