Monday, October 27, 2008

RICORDO di Walter Spreafico, giornalista Rai morto a 47 anni


Ciao Walter,


te ne sei andato troppo presto. 47 anni sono troppo pochi. Il pensiero va alla tua cara Ariella, ai Vs. tre figli, ma ancora e soprattutto a te e ai momenti, troppo pochi, trascorsi assieme.

I ricordi che della tua figura professionale e personale hanno fatto Giovanni Marzini e Giampaolo Mauro al Tgr Rai regionale del Friuli Venezia Giulia sabato scorso sono risultati corrispondenti al 100%, sono stati magnifici, come magnifico era il tuo sorriso, il tuo sguardo che denotava comprensione dell'altra persona.

Quando ero al Corerat e poi al Corecom Tu facevi la politica in Rai. Una volta un potente consigliere regionale, poi parlamentare, se la prese con te, cercai di mediare, Marzini ti difese con il coltello in bocca (fece bene): avevi ragione tu. E pensare che quel politico era socialista come la tua Ariella... mah!

Mi telefonavi per organizzare le tribune elettorali e maledivi la par condicio ("Daniele, è un casino lavorare col cronometro in mano, io tengo il microfono": mi dicevi). Ti ribadivo sempre che a te non servivano regole di par condicio, bastava il tuo equilibrio, ovvero quel buon senso e quel rispetto che oggi, purtroppo, si fa fatica a trovare nella cosiddetta categoria come nella stessa società.

Mesi fa tornasti in voce per un servizio speciale, ti telefonai esultante dicendoti "ben tornato!" e ci promettemmo di rivederci presto. Oggi non c'è più il tempo per rivederci in questa terra. Peccato. Ti ricorderanno tutti per la bella persona che sei sempre stato.

Ti abbraccio forte. Ciao Walter.


Daniele Damele

Saturday, October 25, 2008

TUTELA minori: più protezione dall'Ue per internet e sms


L’adescamento dei minori corre sempre più online. Internet e Sms rientrano tra le nuove armi insinuanti della pedopornografia. Una ricarica gratis per il tuo telefonino, in cambio di una tua foto hard è uno dei messaggi – tipo con cui, tra le tranquille pareti della sua casa, un bambino, un adolescente viene insidiato dalla rete. E così, dopo anni di impegno a Strasburgo su questo fronte, l’eurodeputata Roberta Angelilli (An), è riuscita a strappare un’ azione concreta a livello europeo. Con un consenso quasi unanime, 672 voti a favore, 9 contrari e 19 astensioni, l’Europarlamento ha approvato il varo di un programma comunitario, battezzato "Safer Internet", Internet più sicuro, della durata di cinque anni e con una dotazione finanziaria di 55 milioni di euro che saranno gestiti dalla Commissione Ue. Il piano entrerà in vigore dal primo gennaio 2009.
Quattro i suoi obbiettivi: il primo è contrastare la diffusione online di contenuti illeciti e illegali, quindi guerra alla pedopornografia, all’adescamento a scopo sessuale – il cossidetto grooming – e al bullismo. Il secondo prevede la promozione di una navigazione più sicura nella rete. L’obiettivo è favorire da una parte la responsabilizzazione di genitori e insegnanti e dall’ altra l’ autoregolamentazione. Terza finalità è la sensibilizzazione della pubblica opinione al problema: occhio particolare ai rischi (ahimé non solo per i minorenni) oltre che alle opportunità connesse all’ uso delle tecnologie, quindi educazione all’utilizzo di filtri e sistemi di blocco che consentano di utilizzare la rete con maggiore sicurezza e, speriamo, rispetto altrui. Il programma prevede, infine, d’incoraggiare collaborazione e scambi di informazione a livello internazionale tra le autorità di polizia e quelle giudiziarie.
I dati forniti a Strasburgo sulla diffusione del fenomeno sono agghiaccianti. Nell’ultimo decennio il numero dei siti con materiale pedopornografico è aumentato del 1500 per cento. Ogni anno online vengono offerte oltre 500 mila nuove immagini pedopornografiche originali.
Un terzo dei minori afferma di aver fatto almeno una volta un’esperienza spiacevole in rete. Le cifre del 2008 dicono che sono in aumento le attività illegali compiute dai minori di età compresa tra i 9 e i 16 anni: il 12%, cioè il 2% in più rispetto al 2006, guarda materiale pornografico, il 24% (19% in più sempre rispetto al 2006) pubblica immagini dei propri amici sul web, il 6% (+2%) entra nei siti che incitano alla violenza e compiono atti di bullismo online. In Italia quest’anno sono stati compiuti sinora 223 arresti (gli ultimi da Udine), denunciate 4.267 persone, fatte oltre 4 mila perquisizioni legate a questo business. E sono stati controllati nientemeno che 289.343 siti.
Daniele Damele

TI ASPETTO giovedì 30 ottobre alle 18 al circolo dei sardi di Udine per parlare di trapianti


Giovedì 30 ottobre alle ore 18 al Circolo sardi “Montanaru” di via delle Scuole 13 a Udine Giampiero Maccioni presenterà il suo libro “Vi darò un cuore nuovo”. L’iniziativa è promossa dall’associazione sarda trapianti “Alessandro Ricchi” in collaborazione con Acti, Admo, Aido, Aitf, Aned, Csv e Liver Pool.
L’incontro aperto a chiunque desiderasse intervenire si aprirà con i saluti del presidente della Provincia di Udine, on. Pietro Fontanini, e del sindaco di Udine, Furio Honsell. Seguirà la presentazione del libro nel corso di una tavola rotonda, condotta dal consigliere nazionale Aido, Daniele Damele, alla quale parteciperanno, tra gli altri, Francesco Giordano, direttore Centro regionale trapianti e Leonardo Sechi, direttore Clinica medicina interna Azienda ospedaliero universitaria di Udine.
L’iniziativa ha il patrocinio di Comune e Provincia di Udine, Regione Friuli Venezia Giulia e Sardegna, associazione regionale dei sardi in FVG, Fasi e Unuci FVG.

Thursday, October 23, 2008

DISLESSIA: se ne parla sabato 25 alle 21.30 su Telefriuli


Il Lions club Medio Tagliamento, in collaborazione con Antonveneta-Mps e Consorzio per la zona di sviluppo industriale Ponterosso, presentano sabato 25 ottobre alle ore 21.30 su Telefriuli un talk show sul tema: "Disturbi specifici dell’apprendimento: la dislessia – rete d’interventi". Conduce Daniele Damele. Alla trasmissione partecipano vari esperti in materia quali Rita Cacciacarro, Lino Roncali, Paola Brieda, Enrico Ghidoni, Daniele Zanoni, Isabella Lonciari e Gualtiero Munerol.
Ulteriori info sono reperibili sui siti: http://zonac.wordpress.com/ .

Thursday, October 16, 2008

EURETICA - MALIGNANI: un sms etico per contrastare l'indifferenza


Redarre un sms etico che contrasti l’indifferenza. E’ l’ultima proposta dell’associazione Euretica lanciata a 250 studenti delle classi seconde dell’Iti Malignani di Udine. Gli sms arriveranno entro metà novembre mentre a dicembre si terrà un incontro di detti ragazzi con don Davide Larice nel corso del quale saranno consegnati cinque omaggi agli studenti che avranno scritto i 5 sms più brillanti scelti da docenti del Malignani stesso e da alcuni studiosi di Euretica.
Hanno presentato l’iniziativa il preside dell’Istituto, Arturo Campanella, assieme alla professoressa Anna Maria Fehl e a Fulvio Cuizza, Daniele Damele e Giovanni Pullini di Euretica che hanno curato la predisposizione della proposta formativa assieme a Alessandro Grassi e Antonio Maria Bardelli.
Le classi coinvolte sono 10 seconde. Tutto parte dalla ricerca svolta lo scorso anno scolastico da Euretica con oltre 400 studenti del Malignani dalla quale era emerso come tra i vari problemi, quello più sentito veniva identificato nell’indifferenza che caratterizza i rapporti all’interno della scuola, compresi quelli tra studenti.
“Su questa base, considerando quanto l’indifferenza possa svalutare la vita di relazione, - ha detto Damele - nasce questa iniziativa di stimolo alla creatività, per trovare modi efficaci che sottolineino il fenomeno e siano in grado di offrire idee utili per evitarlo e sconfiggerlo”.
Questo sms “etico” dovrebbe avere la capacità di creare stimoli per superare indifferenza e diffidenza, all’insegna di un maggiore scambio e coinvolgimento. Ora non resta che attendere di leggere gli sms (fino a 160 caratteri) con frasi ad effetto in grado di diventare messaggi o slogan.
I 5 sms più brillanti ed efficaci dovranno essere in grado di stimolare nelle relazioni una serie di comportamenti più coinvolgenti, più partecipativi, più generosi, meno chiusi in se stessi.
“I ragazzi dovranno cercare la massima efficacia del messaggio ha concluso Damele - rendendolo espressivo e creativo facendo riferimento ad immagini e vissuti reali, che diano un impatto forte nel considerarne il contenuto”.

Wednesday, October 15, 2008

TI ASPETTO sabato 18 ottobre a San Vito al Tagliamento a partire dalle ore 9


Sabato 18 ottobre a partire dalle ore 9 e per tutto il giorno si terrà un convegno dal tema: "Disturbi specifici dell'apprendimento, la dislessia. Rete d'interventi". Le assise si svolgeranno all'auditorium Centro civico di piazzale Zotti 1 di San Vito al Tagliamento (PN).

Il convegno è promosso da Lions Club Medio Tagliamento con il patrocinio dell'Ufficio scolastico regionale per il FVG, della Provincia di Pordenone e del Centro del libro parlato di Feltre.

Interverrà anche Maria Rita Parsi.

Sunday, October 12, 2008

STOP ai trailers violenti in tv


"Occorre aumentare il divieto di trasmissione di trailers violenti o con contenuti nocivi per una crescita equilibrata dei minorenni estendo tale divieto alla fascia della cosiddetta "tv per tutti", ovvero dalle 8 alle 22.30": è una delle tante apprezzate proposte avanzate da Daniele Damele nel corso della presentazione del suo ultimo libro "Genitori, figli, media e non solo - Per un uso corretto degli strumenti di comunicazione" avvenuta nel corso di una conviviale del Lions Club Trieste Miramar i cui soci si sono anche complimentati con Damele "per aver voluto passare il testimone a una giovane nella conduzione di una sua felice trasmissione tv" rallegrandosi anche nel vedere come "spesso alcune tv locali propongano format e talk di qualità migliore di certi prodotti nazionali".

A Damele la presidente del club lionistico, professoressa Orel, ha infine consegnato alcuni omaggi.