Sunday, July 20, 2008

SLEPOJ in Carnia: lasciamo sognare i nostri adolescenti


“Bisogna avere meno pregiudizi sull’adolescenza. Lasciamo sognare questi ragazzi, lasciamo loro spazi per creare delle nuove utopie”: è l’appello lanciato da Vera Slepoj all’hotel Carnia di Venzone nel corso di un’affollata presentazione del suo ultimo libro “L’età dell’incertezza” (Mondadori, pagg. 144, Euro 15). L’evento è stato promosso da Daniele Damele che ha chiamato, accanto alla Slepoj, il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, on. Renzo Tondo, applauditissimo nel suo intervento durante il quale si è riferito alla sua esperienza di padre di tre figli di cui l’ultimo in età adolescenziale e ha detto di “essere alla ricerca di trovare spazi a telefonini spenti da dedicare alla famiglia”.
Dal canto suo Red Canzian (bassista dei Pooh) ha annunciato la nascita di un progetto “Fuori dal ghetto” dedicato ai giovani che mettono in rete le proprie produzioni musicali “perché – ha detto Red,che sarà a Majano coi Pooh il 2 agosto – esibirsi su un palco dinanzi a magari anche solo 20 persone è molto più importante e gratificante d’essere visti in internet da 10 - 15 mila persone”.
Da ultimo è intervenuto Andrea Biavardi, direttore di Natural Style, che ha chiesto di “non criminalizzare i media per i giovani anche se – ha evidenziato – quando vedo i miei bambini tremare dinanzi alla visione di un trailer violento magari messo in onda nel pomeriggio da una rete pubblica mi viene da pensare e molto”.
Al termine Damele ha fatto dono di libri (tra cui il suo “Genitori, figli, media e non solo”) e dvd sulla Carnia agli ospiti venuti da fuori regione, doni particolarmente graditi “perché questa Carnia – ha detto Red Canzian – è una terra meravigliosa che merita di divenire meta di turisti di tutto il mondo”.

^^^^^^^^^^^^^^
Foto: da sinistra: Damele in piedi, Canzian, Slepoj, Biavardi e Tondo

No comments: