Sunday, February 17, 2008

PEDOFILIA: se ne parli in campagna elettorale per proporre soluzioni adeguate


In questa campagna elettorale nazionale non ci si scordi di trattare, al fine di proporre soluzioni adeguate, anche i temi dell'infanzia, della pedofilia, di etica, cultura. Si propongano interventi netti e chiari per prevenire situazioni come quella odierna di Agrigento dove un pedofilo con alle spalle tre violenze su altrettante bambine è rimasto in cella meno di un anno nonostante la condanna a oltre sei anni. Libero ha commesso un nuovo stupro. Non bastano, evidentemente, obblighi di firma e dimora per questi casi, non è sufficiente affidare queste persone a certe cure. Occorre che ci sia una rete precisa che abbia l'obiettivo di prevenire il ripetersi di violenze su minori da parte di chi le ha già attuate.
Ad Agrigento questo non è stato posto in essere e il pedofilo in questione ha fatto una quarta vittima.
E' giusto puntare nei programmi elettorali al calo delle tasse, all'ambiente, allo sviluppo economico, ma occorre non scordare i custodi del nostro futuro, i bambini e la loro sicurezza. Quanto accaduto ad Agrigento non doveva succedere, ma perché ciò accada si deve parlare anche di ciò. Sacrosanto trattare il tema della vita, nel rispetto delle differenti opinioni, ma è vita anche quella di una bimba di quattro anni che subisce uno stupro pedofilo, Quella vita, quelle vite tutte vanno salvate impedendo che tragedie del genere abbiano ad accadere.
Se ne parli in questa campagna elettorale e si attuino soluzioni idonee per tutelare la vita dei bambini, subito, puntando a debellare il crimine del pedofilo.

Daniele Damele

No comments: