Wednesday, January 30, 2008

TV USA: supermulta per scena di nudo, non per violenza


Un'ammenda pesantissima è stata comminata negli States alla tv Abc per aver trasmesso una scena di nudo, una "doccia bollente" nel telefilm New York Police Department.
Il celebre telefilm sconta ora, a distanza di quattro anni, un peccato che risale a una puntata andata in onda nel 2003. La multa è pari a ben 1,4 milioni di dollari. La pesantissima multa, infatti, è stata comminata alla ABC per una scena nella quale si vede l'attrice Charlotte Ross spogliarsi per entrare nella doccia. Una scena come tante altre.
L'autorità americana per le comunicazioni condanna la sequenza perché «il personaggio Connie McDowell si sveste mostrando parte dei seni e - per intero - il suo fondoschiena!». Una scena «indecente - continua il garante - in quanto mostra le natiche di una donna adulta!!». Non solo. Tutta la scena si svolge sotto gli occhi di un bambino, che ha aperto la porta del bagno casualmente (e questo, forse, è l'unico vero errore da sanzionare). La multa non colpisce solo la ABC, ma anche tutte le 52 televisioni locali del network che hanno trasmesso il telefilm, escluse quelle che hanno mandato in onda la puntata dopo le 22.
Inutile dire che la scena clou è diventata il video più visto su YouTube, con quasi 1 milione di visite e numerosi commenti, che si dividono tra spettatori scandalizzati (perché ABC è di proprietà Disney) e chi non ci vede nulla di male come il sottoscritto. Sorprendente, considerati gli standard di "buon gusto" della tv italiana, in cui negli ultimi anni hanno brillato le performance discusse di varie vallette, veline e simili, senza contare la pubblicità a tinte forti. La televisione italiana, statunitense e di tutto il mondo si meriterebbe tante multine, ma bando ai finti moralismi, non per tali scene di nudo (semmai in questo caso una censura va fatta solo per aver coinvolto un bambino nella scena), ma per l'enorme violenza trasmessa dalle Tv nazionali a tutte le ore e per i modelli comportamentali diseducativi e fuorvianti proposti in continuazione.

Daniele Damele

Friday, January 25, 2008

CARNEVALE: Grande Ballo venerdì 1 febbraio al Circolo Ufficiali




GRANDE BALLO DI CARNEVALE
Venerdì grasso, 1° febbraio 2008
al Circolo Ufficiali di Trieste,
in via dell’Università 2

Organizzato dal Lions Club TRIESTE EUROPA a scopo benefico per raccolta fondi a favore del service “Sight First”.

Cena al tavolo, musica ed intrattenimento, lotteria e premi alle migliori maschere (coppia e singola). Ingresso dalle ore 20.00, cena alle 21.00.

Quota partecipazione Euro 40,00 a persona.
L’ingresso dà diritto all’estrazione dei premi della lotteria.


Dato lo scopo della manifestazione, confidiamo nella più ampia partecipazione dei Lions appartenenti a tutti i Club cittadini con amici e conoscenti.

Presenta la serata Daniele Damele

Saturday, January 19, 2008

CELLULARI: uso corretto per i ragazzi con davide.it


Il problema dell'educazione dei ragazzi all'uso dei cellulari è una delle urgenze a cui l'associazione Davide.it vuole offrire il proprio contributo di studio e sperimentazione.

"Patti chiari per l'uso del cellulare" è una iniziativa rivolta ai ragazzi, alle famiglie e agli insegnanti. Visitate il sito e fate conoscere l'iniziativa: http://www.davide.it/pattichiari.html .


Daniele Damele

FILM hard in edicola: necessario garantire la tutela dei minorenni


Un ragazzino di 12 anni va in edicola ed acquista un film hard sadomaso. Il fatto è accaduto in provincia di Genova ed ha suscitato molto scalpore in Liguria soprattutto in seguito alla condanna ad oltre tre mesi per l'edicolante. Purtroppo le pubblicazioni di carattere pornografico messe in bella mostra nelle edicole, contravvenendo la legge che ne prevede una differente e meno visibile collocazione, sono però molte. Quella ligure è solo la punta dell'iceberg perché sono varie le edicole in tutta Italia che espongono in modo inappropriato, o addirittura vendono ai minori di 16 anni, materiale hard.
Questo delle edicole è un problema grave perché i genitori possono, se lo desiderano, controllare ciò che i figli guardano in tv, ma possono non sapere che cosa acquistano in edicola. Dovremmo poterci fidare degli edicolanti e del fatto che il divieto di vendita ai minori sia rispettato, ma l'esperienza insegna che ciò non sempre avviene. Dovrebbe aprirsi un tavolo di confronto tra i genitori, le istituzioni e le categorie degli edicolanti, così da garantire il rispetto delle norme e l'effettiva tutela dei bambini.

Daniele Damele

Sunday, January 13, 2008

LA VIOLENZA è divenuta una possibile soluzione ai conflitti


"La continua e ripetuta messa in onda di scene di violenza in seno a una serie immensa di trasmissioni tv e on line fa sì che nei ragazzi passi il messaggio per il quale la violenza è una possibile soluzione ai conflitti con conseguenze pesantemente negative nei loro processi di crescita. Si pensi solo al dato degli 8 mila omicidi visti in media in tv da un bimbo prima di andare alle scuole elementari": é quanto dichiarato da Daniele Damele, docente di etica e comunicazione all'ateneo udinese, nel corso della prima lezione del corso per un Progetto Educativo Individualizzato promosso dalla cooperativa sociale l'Ancora a Bressa di Campoformido. Damele ha dato il via al programma di lezioni che vedrà la presenza di altri qualificati docenti come Francesco Piani, Isabella D'Eliso, Guglielmo Spadetto. Le lezioni sono rivolte a educatori operanti in strutture residenziali tutelari per adolescenti e madri con bimbi.
Nel corso della sua lezione Damele ha insistito sulla necessità di "dialogare con i ragazzi sui programmi tv e sulle loro navigazioni in internet interessandosi ai loro gusti, mediando sulle proposte di detti media e ricercando alternative ai messaggi diseducativi e fuorvianti che troppo spesso caratterizzando gli schermi dei media vecchi e nuovi".

Sunday, January 06, 2008

MESSAGGERO VENETO DEL 6.1.08: Donatori, attivi nuovi gruppi nell’Udinese e a Pordenone


DOMENICA, 06 GENNAIO 2008 -Pagina 10 - Regione - Messaggero Veneto
Donatori, attivi nuovi gruppi nell’Udinese e a Pordenone
Damele: 12 mila gli iscritti all’Aido

TRIESTE. «Abbiamo attivato gruppi comunali a Udine, Prepotto e Povoletto, nel pordenonese prosegue incessante un'attività già molto elevata mentre con Trieste si sta predisponendo la costituzione dell'Aido anche nel goriziano». È positivo il bilancio dell'Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule (Aido) che conta in 12 mila iscritti in Fvg. Lo ha detto ieri il il presidente dell'Aido friulana, Daniele Damele, che è anche responsabile nazionale per la comunicazione del sodalizio sorto 34 anni fa su idea di Giorgio Brumat di Valvasone. Damele ha ricordato che «il Friuli Venezia Giulia è la quarta regione in Italia per numero di donatori di organi utilizzati nel 2007 sino alla data del 30 novembre. Siamo passati dal 32,1 per milione d'abitanti del 2006 all'attuale 25,8». Quanto alle opposizioni alle donazioni in Friuli Venezia Giulia sono salite a fine novembre 2007 dal 14,3% del 2006 al 20,9 (in Italia la media è del 31,4% contro il 27,9% del 2006 mentre in Spagna è solo del 20%). Damele ha, quindi, lanciato un appello: «I pazienti in lista d’attesa in Italia al 31 agosto sono 9.708 (mentre i trapianti realizzati sono a fine settembre 3.078). Occorre, quindi, implementare ancora la schiera di chi volontariamente e consapevolmente dichiara in vita la propria volontà a donare organi e tessuti e bene fa la Regione Fvg a coinvolgere i medici di famiglia per favorire l’affermazione della cultura della donazione».

TI ASPETTO VENERDI' 11 AL CITTA' FIERA DI MARTIGNACCO (UD)


Venerdì 11 gennaio alle 14.30 allo Show Rondò del Centro commerciale Città Fiera di Martignacco si registrerà una nuova puntata di "Conosciamoci" con ospiti della rubrica televisiva di Telefriuli, sulle storie di vita di casa nostra, Cristina, Antonella e Elisabetta Nonino. La trasmissione è condotta da Daniele Damele e va in onda i mercoledì alle 21 e in replica i venerdì dopo le 22.30.
Le puntate del talk show friulano a sfondo sociale sono registrate tutti i venerdì alle 14.30 sempre allo Show Rondò del Centro commerciale Città Fiera di Martignacco permettendo così un contatto immediato con gli ospiti per chiunque desiderasse intervenire essendo le registrazioni aperte al pubblico. Per ulteriori info visita i siti http://www.telefriuli.it/ e http://www.cittafiera.it/.

Wednesday, January 02, 2008

IN USCITA PER LA MINERVA EDIZIONI IL SESTO LIBRO DI DANIELE DAMELE


E' in uscita a fine gennaio il sesto libro di Daniele Damele dal titolo "Genitori, figli, media e non solo" per la Minerva edizioni. Ecco, in anteprima, la prefazione di don Fortunato Di Noto:


Se vi chiedessi di provare a mettere le dita nei buchi di una presa elettrica la reazione a questa richiesta sarebbe “NO”, potremmo morire, accuseremmo un danno passeggero o permanente. Diremmo “NO”, anche chi non ha mai fatto l’esperienza, credendo ciecamente a chi ha raccontato la triste esperienza. Credere senza provare l’esperienza. Non fare esperienze negative perché altri le hanno vissute. Un atto di fiducia, un atto di reciproca corresponsabilità. In questi ultimi decenni, siamo diventati più poveri di relazione e l’inganno è stato che la globalizzazione, attraverso i mezzi di comunicazione, hanno favorito l’uscir fuori dall’isolamento. E’ paradossale assistere a fenomeno quali la “tv spazzatura”, “internet covo di pedofili”, “videotelefoni utilizzati per violare la privacy”, il “cyberbullismo”, e altro. Ci eravamo ingannati che tutto doveva essere arricchimento e invece ci siamo impoveriti di reciproca esperienza, viviamo tutto in funzione eccessivamente individualista, pieni di paure e con un rapporto non sereno, pur utilizzandoli, delle nuove e vecchie tecnologie. Nessuna censura, ovviamente; e non è mai culturalmente corretto invocare estreme soluzioni affinché i nostri bambini, ma diremmo anche gli adulti, non utilizzino la “bellezza” che offrono i media.
Non sono infatti i media il problema ma chi li “riempie di contenuti”, contenuti spesso più negativi che positivi. Oggi abbiamo bisogno di recuperare, meglio rielaborare, nuove strategie nella comunicazione affinché non perdiamo il futuro, affinché non ci sia mai nessuno che venga a dire: non c’è niente di male operare il male o violare la dignità delle persone.
L’amico di importanti avventure comuni (l’elaborazione del Codice di Autoregolamentazione Internet@Minori) Daniele Damele ci ha offerto un testo che consiglierei di leggere ai figli prima che si addormentino: come una pagina di fiaba moderna. Racconta i nuovi segnali del mondo, racconta di “buoni e cattivi”, racconta la vita in un “onda che comunica, o dovrebbe comunicare sempre la vita. La sua bellezza, nonostante i conti da fare con la “bruttura delle cose e degli eventi”.

Don Fortunato Di Noto
Parroco e fondatore associazione Meter

TELEFRIULI: mercoledì 9 gennaio riparte "Conosciamoci"


Mercoledì 9 gennaio alle 21 ospite della prima puntata del 2008 della rubrica televisiva, in onda su Telefriuli, sulle storie di vita di casa nostra, “Conosciamoci”, trasmissione ideata e condotta da Daniele Damele, in replica venerdì dopo le 22.30, sarà il presidente di Confartigianato Udine, Carlo Faleschini. Le puntate del talk show friulano a sfondo sociale prevedono le proprie registrazioni tutti i venerdì alle 14.30 allo Show Rondò del centro commerciale Città Fiera permettendo così un contatto immediato con chiunque desiderasse intervenire essendo aperte al pubblico.
La trasmissione vedrà la presenza ogni settimana di vari ospiti del mondo sociale, economico e culturale del Friuli Venezia Giulia.

TELEQUATTRO: Speciale Aido


Mercoledì 2 alle ore 20.15, giovedì 3 alle 12.50, venerdì 4 alle 23.30 e sabato 5 alle ore 13.30 Telequattro dedica uno spazio all'Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule (Aido) con uno speciale dal titolo "Aido: donare un organo significa salvare una vita". Ad andare in onda sarà un apprezzato filmato realizzato dall'Aido nazionale che sarà presentato da Daniele Damele.