Wednesday, December 26, 2007

PENA DI MORTE: non cali il sipario



Non si lasci passare sotto silenzio una vittoria storica dell'Italia. La sospensione della pena di morte votata all'Onu da 104 Paesi è un successo dell'Italia e del mondo intero. Nel 2007 gli Stati avevano decretato ben 5.628 morti mentre in realtà nessuno Stato può arrogarsi il diritto di decidere sulla vita delle persone. Nella sola Cina le decapitazioni sono state oltre 5 mila nel 2007. Dopo la Cina seguono Iran, Pakistan, Iraq, Sudan e Usa.
Quella della moratoria è una battaglia vinta dal ministro D'Alema e dal sottosegretario Bobo Craxi (ha la delega alle relazioni con l'Onu), da Emma Bonino e da tutto il Parlamento italiano. Era da 13 anni che in molti lottavano per questo risultato. Ora si deve passare all'abolizione della pena di morte. Bisogna far finire una barbarie assurda e inaccettabile. W i diritti civili umani.
Ma per favore non si accantoni troppo presto questo splendido risultato, se ne parli e si dia lode a chi ha raggiunto tale traguardo.

Daniele Damele

No comments: