Sunday, November 11, 2007

MORTE tifoso laziale: la violenza uccide il valore della vita


Un tifoso laziale è morto domenica 11 novembre 2007. Le autorità di polizia affermano che si è trattato di un tragico errore. Su quasi tutte le reti tv e on line si è subito acceso il dibattito. Il caso dei rom, il Pakistan, la stessa situazione politica italiana sempre più delicata e in crisi (a sinistra come a destra) per la mancanza di espressione di capacità di guida reale del Paese a livello nazionale sono temi che scendono tutti d'attenzione. L'informazione è "schiava" dell'evento. Ma tra qualche giorno ci si dimeticherà anche di questo ragazzo morto nei pressi di Arezzo come di Raciti.
A ben poco è servito il codice di autoregolamentazione calcio e tv voluto dal Ministro Gentiloni. Su troppe emittenti private locali si assiste ancora impotenti a programmi dove la violenza verbale la fa da padrone. Si semina sempre più odio e così nelle teste di molte persone, anche proprio perché si vedono in tv e in rete modelli comportamentali alluccinanti, la violenza è assurta a possibile soluzione dei conflitti.
Oggi ci si uccide più di ieri, ma a morire è il valore stesso della vita di ognuno di noi.

Daniele Damele

No comments: