Friday, November 30, 2007

AIDO- UNIVERSITA' LA SAPIENZA: le idee fuorvianti di vari programmi tv


"I programmi tv Doctor House, Grey's anatomy, Law and order e lo stesso I Simpson favoriscono processi d'identificazione producendo effetti forti e persistenti sulle scelte in merito alla donazione di organi. Peccato che il più delle volte parlino di mercato nero degli organi e morte apparente promulgando, ahimé, un'idea di corruzione morale del potere": è quanto dichiarato dal responsabile nazionale della comunicazione dell'Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule (Aido), Daniele Damele, al seminario sulla donazione e il trapianto di organi svoltosi all'Università La Sapienza di Roma.
Damele ha specificato che "chi si dichiara contrario ala donazione di un organo cita spesso proprio queste finzioni tv ritenendo che ci possa essere un fondo di verità. E se poi a sostenre dette tesi è il doctor House, allora tali espressioni divengon come vangelo!".
Che fare allora gli hanno chiesto glò studenti di psicologia dell'ateneo romano? "Per contrastare i miti negativi occorre creare un'immagine realistica della donazione puntando su corrette informazioni e sui giovani che sono i custodi del nostro futuro".
Damele ha, quindi, criticato il ddl olandese proposto in questi giorni che mira a garantire l'assistenza sanitaria gratuita totale a chi offre un rene: "dopo la notizia falsa del reality con in palio un rene, l'Olanda - ha proseguito l'esponente Aido - ci delizia con quest'altra perla".
Nel corso del seminario, che fa parte della campagna di comunicazione "Progetto Università" promosso dal Ministero della Salute e dal Centro Nazionale Trapianti, incollaborazione con l'Aido per sensibilizzare i giovani alla donazione di organi approfondendo l'argomento dal punto di vista del percorso formativo universitario, Damele ha fatto il punto sulla legge 99/91 dichiarando che "donare un organo significa salvare una vita ed è un dovere sociale. In questo senso l'Aido punta a rafforzare il senso solidaristico del prelievo di organi, tessuti e cellule".
Il relatore ha fortemente insistito anche sulla necessità di favorire la conoscenza di stili di vita per la prevenzione di patologie che porterebbero a un trapianto come pure sulla volontà di aumentare la consapevolezza della scelta di donare come gesto di responsabilità sociale.
Ulteriori info su http://www.aido.it/ e http://www.daivaloreallavita.it/ .

No comments: