Thursday, August 09, 2007

CAMBOGIA: occupiamoci dei loro bambini


Global Humanitaria e l'organizzazione locale Action Pour les Enfants (APLE) hanno avviato il progetto Protect. Si tratta di un progetto per l'investigazione e la denuncia di abusi sessuali nei confronti di minori e delle reti di prostituzione infantile che agiscono nella zona di Phnom Penh, capitale della Cambogia.La Cambogia è uno dei Paesi più poveri dell’Asia. Il 34% dei 14 milioni di abitanti sopravvive con meno di un dollaro al giorno. Il 45% dei bambini soffre di malnutrizione e uno su 7 non arriva a 5 anni. Circa la metà degli abitanti della Cambogia ha meno di 18 anni.La precaria situazione economica del Paese è più accentuata nelle zone rurali, causa l’abbandono, la vendita e il sequestro di bambini che in molti casi diventano vittime di abusi sessuali. A Phnom Phen, la capitale, migliaia di bambini sono vittime dei turisti stranieri: grazie alla passività e alla corruzione della polizia e dell’amministrazione cambogiane, queste persone riescono purtroppo ad agire indisturbati ed approfittare delle condizioni nelle quali vive la popolazione infantile, violando qualunque regolamentazione nazionale e internazionale sulla protezione dei diritti dei bambini.Nell'ambito del progetto Protect sono già state costruite 3 case di accoglienza: oltre 80 minori, bambini di strada vittime di abusi sessuali, sono ospitati presso queste strutture dove ricevono tutto il necessario per vivere e crescere in un ambiente che permetta loro un recupero e uno sviluppo adeguati. La Global Humanitaria Italia Onlus ha per e-mail: info@globalhumanitariaitalia.org.
Se la si vorrà aiutare si farà solo del bene.

Daniele Damele

No comments: