Tuesday, July 24, 2007

DEPLIANT sulla donazione d'organi in friulano


Lo scorso 18 luglio l'Aido provinciale di Udine ha presentato un depliant in friulano sulla donazione degli organi. Due giorni dopo l'altra associazione, l'Ado, presente solo in Friuli Venezia Giulia, ha criticato il fatto che "l'Aido non è la prima a fare ciò in quanto due anni fa l'Ado aveva già attuato tale iniziativa".

Oggi il consigliere provinciale Arnaldo Scarabelli rilancia la polemica, forte del fatto d'essere stato in passato segretario dell'Ado a Remanzacco.

Dispiace molto e veramente dover replicare al consigliere provinciale Scarabelli e all'Ado. L'Aido non ha mai detto d'essere stata la prima a promuovere un depliant in friulano. Polemizzare in tal modo ci appare fuori luogo e non in linea con le ragioni del volontariato che dovrebbe essere aperto a tutti senza discriminazioni nemmeno sul numero degli associati.
La posizione dell'Ado la dice, inoltre, purtroppo, lunga sull'approccio al volontariato che, secondo noi, non dev'essere mai di tipo competitivo, bensì apportativo. Va bene tutto, ma per favore non si mettano in bocca parole mai proferite: nessun esponente dell'Aido ha mai detto che siamo stati i primi a usare la marilenghe. Per il resto "bon lavor" a tutti anche se resta l'amaro in bocca per quanto proferitoci "contro" da un amministratore e da una realtà associativa esistente solamente in Friuli Venezia Giulia come se solo alcuni avessero il diritto di svolgere iniziative di solidarietà.

Il Consiglio provinciale dell'Aido di Udine

No comments: