Sunday, February 04, 2007

I REQUISITI tecnici degli strumenti di filtraggio che i fornitori di connettività alla rete Internet devono utilizzare

Il Ministero delle Comunicazioni e quello per le riforme e le innovazioni nella pubblica amministrazione hanno emanato un decreto contenente i requisiti tecnici degli strumenti di filtraggio che i fornitori di connettività alla rete Internet devono utilizzare al fine di impedire l'accesso ai siti segnalati dal Centro nazionale per il contrasto della pedopornografia.

Lo rende noto il vice-presidente del Comitato nazionale di garanzia internete minori, Daniele Damele, il quale specifica che "i fornitori di connettività alla rete Internet devono installare gli strumenti di filtraggio in base alle caratteristiche tecniche ed in particolare alla gerarchia della porzione di rete da loro amministrata".

Il filtro dovrà operare esclusivamente sulla lista dei siti fornita dal Centro e dovrà avere le seguenti caratteristiche: garantire l'impossibilità di accedere e di apportare modifiche non autorizzate all'elenco dei siti inibiti, permettere l'inibizione dei siti segnalati indipendentemente dalla codifica dei caratteri utilizzata, escludere che i fornitori di connettività alla rete internet siano autorizzati, ai fini del presente decreto e salvo i casi espressamente previsti dalle leggi vigenti, al trattamento dei dati relativi agli accessi effettuati dai singoli utenti.

Ferma restando l'eventuale responsabilità penale dei fornitori di connettività alla rete internet, le violazioni alle disposizioni del decreto ministeriale sono punite con l'irrogazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 50.000 a euro 250.000 da parte degli Ispettorati territoriali del Ministero delle comunicazioni.

No comments: