Saturday, January 20, 2007

USA: i videogiochi sono promossi anche al fine d'invogliare i ragazzi ad arruolarsi nell'esercito

"Negli Usa i videogiochi sono promossi anche al fine d'invogliare i ragazzi ad arruolarsi nell'esercito": è quanto rivela Daniele Damele, docente di etica e comunicazione all'Università di Udine, il quale nel corso di un incontro con ragazzi delle scuole medie superiori del Friuli Venezia Giulia ha aggiunto che "il Pentagono mette a disposizione su internet un videogioco, chiamato “America’s Army”, in cui si impara ad utilizzare le armi in dotazione all’esercito americano, a guidare velivoli delle truppe USA in Iraq, a lanciarsi con il paracadute. Prima di entrare nelle scenario della guerra virtuale, però - ha evidenziato sempre Damele - i giocatori devono sottoporsi ad un piccolo addestramento on-line. Il Dipartimento della Difesa americano investe in questo gioco qualcosa come 2,5 milioni di dollari, definendolo un utile supporto per il reclutamento dei soldati di domani. Beh, che dire": si è domandato ancora Damele che dopo aver ricordato che "negli States arruolano anche i minori come in Gran Bretagna" ha concluso affermando che "non si devono demonizzare i videogiochi, ma prestare la massima attenzione a che tipo di games finiscono nelle mani, ma soprattutto nelle menti dei nostri ragazzi".

No comments: